Attività/Corfù
CORFU – UNA BREVE GUIDA
Corfù è l’ isola greca che si trova più al nord delle sette isole del Mar Ionio e fu sempre considerata un ponte importante tra l’ Oriente esotico e i reami ricchi dell’ Europa occidentale. Offrendo dei porti sicuri per proteggere dal Mar Adriatico feroce, Corfù combina la naturalezza di rara bellezza con la ricca cultura che è il risultato della sua storia diversasebbene spesso agitata. La nazione che lasciò la sua traccia culturale più profonda sull’ isola èla Repubblica di Venezia che annesse Corfù nel 1386 e la controllò per più di 400 anni. Oggi residui affascinanti della Repubblica Serenissima si possono trovare ovunque, all’ architettura, al cibo e perfino al dialetto locale chiamato ‘Kerkeraiko’. I legami più impressionanti con il passato veneziano di Corfù si possono notare nell’ impronta architettonica della sua capitale, la Vecchia Città di Corfù che si trova vicinissimo alla Villa 1870. Il modo migliore per assorbire la cultura dell’ isola è passeggiando per le stradine e per i vicoli del centro storico della città, monumento protetto dall’ UNESCO, e visitare i suoi musei e gallerie che si trovano tra i tanti buoni caffè, bar e ristoranti che offronouna grande varietà di scelte.L’ estate i turisti possono rinfrescarsi facendo un tuffo nell’ acqua cristallina di fronte alla Nuova Fortezza della città –un’ esperienza unica. La città di Corfù è il centro culturale ed economico dell’ isola e grazie ai suoi abitanti permanenti e all’ accesso facile dalla Grecia continentale rimane una destinazione preferita per tutto l’ anno. A differenza della maggior parte delle isole greche, molti negozi, ristoranti e attrazioni della città di Corfù restano aperti durante l’ inverno, dando energia e vitalità tutto l’ anno. Oltre la città, Corfù offre una varietà di scelte per il turista attento. D’ estate si possono trovare molte spiaggie bellissime tra cui scegliere, mentre le trattorie accanto al mare offrono imigliori pesci e frutti del mare freschi appena pescati.Durante tutto l’ anno le montagne danno un’ esperienza diversa a chi vuole scappare dalla costa, concedendo la vista magnifica e il cibo tradizionale delizioso. La dimensione dell’ isola e il suo passato importante offrono una varietà di scelte che non si trovano ad altre isole greche e chela rendono la destinazione perfetta per tutte le stagioni. Al personale di Villa 1870 fanno parte esperti locali che saranno lieti di fare delleproposte personalizzate agli ospiti della Villa, rassicurando che godano l’ isola al miglior modo posssibile.
VISITE TURISTICHE
I turisti di Corfù hanno molte scelte interessanti per monumenti da visitare. Cinque dei più noti monumenti dell’ isola sono:
La Vecchia Città
IIl centro storico della città di Corfù è un Monumento del Patrimonio Mondiale protetto dall’ UNESCO. Lo stile principale architettonico della Città Vecchia è lo stile veneziano per causa della lunga dominazione della Repubblica di Venezia sull’isola. Le piccole antiche stradine laterali e gli archi degli edifici vecchi sono una traccia che la lasciato l’ architettura di Venezia sull’ isola. Dalle trentasette chiese greche della città le più importanti sono la Cattedrale, la chiesa dedicata alla nostra Signora della Grotta, la chiesa di San Spiridone, patrono santo dell’ isola dove ci sono conservate le sue spoglie, e infine la chiesa in periferia dei Santi Giasone e Sosipatro, che a quanto si dice è la più vecchia dell’ isola e prende il suo nome dai due Santi probabilmente i primi ainsegnare il cristianesimo agli abitanti dell'isola.
Architettura italianizzante
La Città di Corfù è famosa per la sua architettura italianizzante, in particolare il Liston, un impressionante portico con molti caffè sul bordo della Spianada (Esplanade), la grande piazza principale e il parco che possiede un campo di cricket e diversi padiglioni. Degni da visitare sono anche il Municipio di stile veneziano-romano, le Fortezze Vecchie e Nuove, il Palazzo di San Michele e San Giorgio recentemente restaurato, residenza del Governatore britannico e sede del Senato della Repubblica delle Ionie e il palazzo estivo di Mon Repos, ex residenza della famiglia reale greca e luogo di nascita del Principe Filippo, Duca di Edimburgo.
ATTIVITA’
-Nuoto alle spiaggie bellissime di Corfù
-Passeggiate sui ‘Kantounia’, i vicoli meravigliosi della città di Corfù
-Equitazione
-Aqualand
-Sport acquatici (sci d’ acqua, Canoa, Navigazione a vela)
-Il Tennis Club di Corfù è solo 200m lontano, e il Corfu Golf Club20min a piedi
Il Palazzo Achilleion
Nel 1889 l’Imperatrice Elisabetta d’ Austria costruì un palazzo estivo nell’ area di Gastouri al sud dell’ isola che lo chiamò Achilleion, come l’eroe d’ Omero Achille. L’ ingresso principale e i giardini della dimora storica sono pieni di quadri e statue di Achille che raffigurano scene dalla Guerra di Troia. Il palazzo, con le statue neoclassiche greche che lo circondano, è un monumento di romanticismo platonico e di escapismo. L’ opera principale dei giardini è una statua di marmo dello scultore austriaco Gustav Helter che mostra Achille mortalmente ferito senza nessuna arroganza, quasi nudo, portando un elmo antico greco.
Mon Repos
Mon Repos è una villa al sud della Città di Corfù nella foresta di Palaiopolis. Fu costruita come residenza estiva dell’ Ambasciatore degli Stati Uniti delle isole Ionie, Lord Frederick Adam e sua seconda moglie Diamantina ‘Nina’ Palatino nel 1828-1831, anche se doverono lasciare la villa nel 1832 quando Adam fu mandato di servicio in India. Nel 1833 ospitò una scuola di Belle Arti, mentre nel 1834 il parco si aprì per il pubblico. La villa con i suoi giardini sono ormai proprietà del Municipio di Corfù e sono usati come Museo Archeologico.
Pontikonisi
L’ isola chiamata Pontikonissi (in Greco significa ‘isola dei topi’) anche se troppo piccola è verdeggiante, piena di alberie la sua naturale altezza raggiunge i 2 metri (escludendogli alberi o il monastero). Sull’ isola si trova il monastero di Pantocrator. La scala bianca di pietra del monastero, se vista da lontano,assomiglia alla coda di un topo, che ha dato il nome all’ isola.